Author Archives: martina pescioli

Aggiornamenti sulle iniziative promosse da ARNo

Il 22 novembre, si è conclusa all’ISMI di Viareggio una mostra d’arte contemporanea promossa da ARNo (Associzione Ricerca Neurologica onlus) per sostenere un’importante ricerca diretta dal prof. Ubaldo Bonuccelli sulla “stimolazione transcranica”.

Il successo raggiunto è andato ben oltre le nostre aspettative, visto l’alto numero di visitatori che hanno supportato la nostra iniziativa, acquistando uno dei quadri in esposizione presso la galleria. Il merito va innanzitutto riconosciuto ai diversi artisti (basti ricordare tra tutti, i grandi Maestri Girolamo Ciulla, Gino Magliari detto il Molisano e Riccado Benvenuti) che hanno reso possibile la realizzazione di questo evento.

Annunciamo che è venuta spontanea l’idea di proseguire su questa scia, anche in virtù di recenti importanti donazioni da parte di altri artisti versiliesi, che hanno reso possibile la realizzazione di altre due iniziative.

Ed infatti, presso l’ISMI di Viareggio (piazza d’Azeglio, 22 Viareggio) è stata allestita un’esposizione di alcune pregiatissime opere donate da Girolamo Ciulla (“l’Emu”, “l’Asinello” e “La Testa”), Giuseppe Lippi (“I cassetti della memoria”), Marcello Scarselli (“Donne”) e una raccolta di litografie di Maccari Cagli, Giuseppe Migneco, Ernesto Treccani, Giovanni Dova e Carol.

È stata allestita anche una piccola esposizione di quadri di arte contemporanea presso lo Studio ConCREDITO di Viareggio, visibile, previo appuntamento, contattando il tel. 0584 393444. Lo Studio è, infatti, da tempo consapevole dell’importanza di fornire sostegno ad ARNo, mostrando sensibilità e vicinanza a malattie come Alzheimer e Parkinson che purtroppo ad oggi continuano ad affliggere numerosi pazienti e, di riflesso, le loro famiglie.

Preme ricordare in proposito che il ricavato derivante dalla vendita di questi quadri verrà utilizzato per sostenere una ricerca del prof. Bonuccelli che già a partire da questo mese vedrà coinvolti 60 volontari colpiti da Parkinson e Alzheimer, che per un mese saranno sottoposti ad una “stimolazione elettrica transcranica”. Seguirà poi un mese di interruzione ed infine un altro mese di stimolazione: già in autunno saranno resi noti i risultati raggiunti.

Questa importante ricerca, i cui risultati potranno ridare un po’ di speranza a chi è affetto da queste malattie neurodegenerative, ci impone di sensibilizzare, quanto più possibile, la collettività sull’importanza di fornire supporto economico ad ARNo, che ormai da anni sta facendo passi in avanti per debellare queste malattie

Il Presidente

Dott. Gianfranco Antognoli